L’oasi naturale del Monte Sette Fratelli

Castiadas: S'Acqua Callenti

SL’entroterra sardo vanta un patrimonio inestimabile, benchè non sia conosciuto al pari delle zone costiere. Nel sud-est dell’isola in particolare, si nascondono autentici tesori. In esso si possono scoprire testimonianze affascinanti di un antico passato e al contempo una natura rigogliosa e incontaminata. L’oasi dei Sette Fratelli è uno splendido spaccato di un territorio variegato dal punto di vista paesaggistico e naturalistico. L’intera area che occupa circa 6.190 ettari ( 62 kmq ), si presenta particolarmente suggestiva, sovrastata dalla piccola ma rinomata catena montuosa (dalla quale prende il nome); il Massiccio granitico dei Sette Fratelli. Originariamente in questa zona esisteva un’antica foresta, oggi quasi del tutto scomparsa a causa dello sfruttamento del territorio da parte dell’uomo. Tuttavia, ciò che resta della vegetazione di un tempo si conserva con vigore sia per via del clima favorevole che per i vincoli ambientali che hanno posto fine all’abbattimento dissennato degli alberi e delle piante caratteristiche del luogo. Oggi si auspica un seppur lento recupero di questo importante patrimonio ambientale, con un ritorno alla situazione originaria. L’oasi dei Sette Fratelli è uno dei luoghi più amati dai sardi per escursioni, gite e lunghe passeggiate utili a ritemprare il corpo e la mente. Gli splendidi paesaggi e gli scorci suggestivi che si offrono agli occhi del visitatore, sono l’ideale per sentirsi tutt’uno con la natura e le sue preziose meraviglie. Il bosco, lassù tra le valli dei Sette Fratelli, raccoglie in sè elementi tipici della flora isolana. Nella macchia-foresta emergono lecci, querce da sughero, piante di corbezzolo, mirto (dal quale si estrae un prezioso nettare con il quale si produce un liquore delizioso dal sapore intenso) e un sottobosco dai mille profumi e colori che caratterizza l’ambiente e lo rende particolarmente romantico. L’acqua è da queste parti un elemento fortemente caratterizzante del paesaggio, nonostante i monti sardi siano notoriamente piuttosto aridi. Nell’oasi dei Sette Fratelli ci si può imbattere sovente in vere e proprie piscine naturali, piccole cascate e rigagnoli d’acqua limpida e freschissima che con impeto vitale si fanno strada tra le rocce granitiche. In questa vasta area del sudest sardo, si respira quall’aria tipica degli ambienti mediterranei.Un’aria familiare che i sardi conoscono bene e che amano particolarmente, specialmente nelle calde giornate estive, quando la ricerca del refrigerio dai caldissimi raggi solari diventa obiettivo primario per vivere una giornata all’insegna del relax più completo.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rate and write a review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *